Alejandro Angelica

Alejandro Angelica

Dancer, choreographer, researcher, actor, director, designer, conselour and Argentinian polyvalent artist, founder in the tango of the system Tangopuro®.
In 1991 start to dance, funky, break dance and hip hop, and also salsa and Lin rithm. It draws near to the tango and in 1994 forming part of the “Ballet Municipal de Tango de Zarate”, parallelly it devotes him to the study of the classical dance, contemporary, contact improvisation and acting.

It studies in Argentina theater with the method K.S. Stanislavskij with different national teachers and foreigners, in Italy it attends the professional school of Kuniaki Ida where it learns the bases of the method J. Lecoq.
From the tango ballet it detaches him to devote to the deepest aspect of the tango the improvisation.

Frequenting the milonghes in Buenos Aires begins so a personal study that, through the contribution of different disciplines of the dance and the evolved techniques, it concludes him in the development of a clear and innovative technique that allows to explore all the dynamic and expressive aspects of the tango. Main point has been the meeting with Luis Grondona “viejo milonguero” and dancer worldly recognized, that begins him to the tango “canyengue”, first form of existing tango from which derive both the milonga and all the other styles of the tango and where he is understood the origin of the marcazione, the walk, the embrace, the use of the center of the body and the interpretation of the music.

Using these bases, it develops an innovative and original method, TANGOPURO®, founded upon the analysis of the movement, the communication, the interpretation of the music and the interaction of the couple as individual entity in the context of the “milonga.”

Hands the concepts to the limit and the principles of the improvisation risking from immediately the creation of articulated and complex choreographies more and more but without preparing her, directly and rigorously live to the moment, it begins so to not only collaborate also with varied orchestras, musicians and composers some tango but also jazz (Córdoba en reunion) and of contemporary (Maurice Pisati) music thanks to this faculties he make the spectacular and intense improvisation of the tango to the level of a prepared choreography with the addition of the spontaneity and the feeling of the communication of the dancer live, creating an exciting and overwhelming effect for the one who assists.

Important for this aspect has been the meeting with Pablo Logiovine, musician, bandoneonista and Argentinian plastic artist with which already in 2005 they develop a job of search on the musicality of the tango and the relationship between the terminologies of the musical language and the creation of a new language to compare the movement of the body to the music, that is concretized in a series of courses and seminars realized in different European countries on the musicality and the techniques of improvisation and musical interpretation, performed with duets of bandoneon and guitar or bandoneon and piano, besides the courses and the lectures realized with the quartet and the quintet LaTipica, on the musicality the history and the stylistic evolution and rhythmics of the tango in his relationship between the music and dance from  end of  800 centuries until today.

Alejandro Angelica, besides the search on the movement He has always been a researcher in the didactics and in the techniques of learning, applying finally, different discoveries on the most advanced formalities of the operation of the mind to the system TANGOPURO® so that it is both a technique and a didactic approach, and He has become a formation for teachers of Argentinian tango, different professionals of the tango they have become by now teachers and they still found their didactics on the system.

It holds seminars and dance in numerous shows and international festival in Europe and in Asia.

He has belonged to the company QUAT’ZARTS from Paris interpreting  the show “A fuego lento” of Caterine Berbesou; from 2001 to the 2005 company with which he has realized tourneè in the most important theaters in Europe, particularly, France, Belgium, Holland, Germany, Italy.

He has also created, choreographer a foreheads varied shows that conjugate different arts with the tango, particularly the contemporary dance and the theater, among which can be quoted La Yumba, Androgen Tango, Tango misterio, Memorias de tango, this last in collaboration with Roberto Gerboles, director and Argentinian actor.
And’ is protagonist of the show “Tango di Luna” together with Luciana Savignano, artist of international fame and etoille of the Theater Alla Scala, muse of Maurice Bejart,  Show produced from the Theater Franco Parenti of Milan where he has collaborated with the choreographer Susanna Beltrami in the creation of the coreaografies that melt the tango and the contemporary dance, the show has been replicate from 2004 to 2016 in the most important theaters and Italian reviews in over 100 dates.

He has founded in 2005 in Italy the company ‘Colectivo tanguero’ and it is co-author together with Lorenzo Ravazzani (musician and teacher of fencing) of the show “Così fun Tango”, first in his kind to unite in the pure theatricality, the music, the dance and the recitation, beyond the specialty of every single interpreter, where is the musicians and the dancer they interpreted a theatrical character.

He has founded in 2014 the company Efecto Tango where it develops without jeopardized the project of fusion and contamination among the theater, the tango and the contemporary dance, the last creation “Face of tango” created and expressly introduced 2015 IT Festival of Milan, a festival of all the independent theater companies, mark a review of theatrical shows that gathers the most interesting proposals of the Milanese emergent companies.

Besides it is found busy in a new experimentation among the tango and the contemporary dance together with Matteo Bittante, in 2016 with whom has collaborated for the creation of the show ‘Dada Tango’, that was introduce in November in the theater Menotti in Milan with a great success

And he is select in 2016 to hold a run of formation to the Academy of the Theater Alla Scala in Milan on the dance, the tango and the stage movements of the lyric singers.
Parallelly he is developing as conselour of systemic NLP a new approach on the relationship and the self-awareness using the tango as I model, melting elements of BMC ©, the PNL besides different searches conducted in the field of the plastic arts and in the personal development. Actually is doing this courses for the leadership and changing using the tango as model in the LUISS business school of Rome.

In 2012 it pours again a lot of his discoveries on the didactics in a complete manual on the dance of the Argentinian tango that also explains historical elements and founds of tango music, recently it’s has been reedit, the book has over 300 pages on the Argentinian tango from the title “Tangopuro” complete also of dvd and over 500 didactic and artistic photos, he has created besides for the book an innovative system of writing and analysis of the footsteps of the tango called Tango Codex © published by the publishing Hoepli.

He has participated in numerous television programs and short films: for the RAI TG2 Dossier, Custom and society (Newscast), Love line (MTV) and as invited artist to the Festival of San Remo 2003 (one of the oldest and most popular television festival in Italy) and a program in five episodes of tango mini course in 2012 for VeroTv.

He flowingly speaks Spanish (mother tongue), Italian, French and English.


 

Danzatore, coreografo, ricercatore, attore, regista, designer, conselour ed artista polivalente argentino, fondatore nel tango del sistema Tangopuro®.

Si avvicina al tango formando parte del “Ballet Municipal de Tango de Zarate”, parallelamente si dedica allo studio della danza classica, contemporanea, contact improvisation e recitazione.

Studia in Argentina teatro con il metodo K.S. Stanislavskij con diversi insegnanti nazionali e stranieri, in Italia frequenta la scuola professionale di Kuniaki Ida dove apprende le basi del metodo J. Lecoq.

Dal balletto si distacca per dedicarsi all’aspetto più profondo del tango, l’improvvisazione.

Frequentando le milonghe di Buenos Aires inizia cosi uno studio personale che, attraverso l’apporto di diverse discipline della danza e delle tecniche evolute di analisi del movimento, si conclude nello sviluppo di una tecnica chiara e innovativa che permette di esplorare tutti gli aspetti dinamici ed espressivi del tango. Importante è stato l’incontro con Luis Grondona “viejo milonguero” e danzatore riconosciuto mondialmente, che lo inizia al tango “canyengue”, primo stile di tango esistente dal quale derivano sia la milonga che tutti gli altri stili del tango e dove si comprende l’origine della marcazione, la camminata, l’abbraccio, l’utilizzo del centro del corpo e l’interpretazione della musica.

Utilizzando queste basi, sviluppa un metodo innovativo, originale e TANGOPURO®, fondato sull’analisi del movimento, la comunicazione, l’interpretazione della musica e l’interazione della coppia come entità individuale dentro al contesto della “milonga”.

Porta al limite i concetti e i principi del improvvisazione rischiando da subito la creazione di coreografie sempre più articolate e complesse ma senza prepararle, direttamente e rigorosamente dal vivo al momento, inizia così a collaborare anche con svariate orchestre, musicisti e compositori non solo del tango ma anche jazz e di musica contemporanea (Maurizio Pisati) grazie alle facoltà di rendere l’improvvisazione del tango spettacolare e intensa al livello di una coreografia preparata anche se non lo è ma con l’aggiunta della spontaneità e  della percezione della comunicazione dei ballerini in diretta, creando un effetto emozionante e travolgente per chi vi assiste.

Importante per questo aspetto è stato l’incontro con Pablo Logiovine, musicista, bandoneonista e artista plastico argentino con il quale già nel 2005 sviluppano un lavoro di ricerca sulla musicalità del tango e la relazione tra le terminologie del linguaggio musicale e la creazione di un nuovo linguaggio per rapportare il movimento del corpo alla musica, che si concretizza in una serie di corsi e seminari realizzati in diversi paesi europei sulla musicalità e le tecniche d’improvvisazione e interpretazione musicale, eseguiti con duetti di bandoneon e chitarra o bandoneon e pianoforte, oltre ai corsi e le conferenze realizzate con il quartetto e il quintetto LaTipica, sulla musicalità la storia e l’evoluzione stilistica e ritmica del tango nella sua relazione tra la musica e la danza da fine 800 a oggi.

Alejandro Angelica, oltre alla ricerca sul movimento è sempre stato un ricercatore nella didattica e nelle tecniche di apprendimento, applicando infine, diverse scoperte sulle più avanzate modalità del funzionamento della mente al sistema TANGOPURO® in modo che è sia una tecnica che un approccio didattico, ed è diventata una formazione per insegnanti di tango argentino, diverse professionisti del tango sono ormai diventati insegnanti e basano tuttora la loro didattica sul sistema.

Tiene seminari e danza in numerosi spettacoli e festival internazionali in Europa e in Asia.

Ha fatto parte della compagnia QUAT’ZARTS di Parigi interpretando lo spettacolo “A fuego lento” di Caterine Berbesou; dal 2001 al 2005 compagnia con la quale ha realizzato tourneè nei più importanti teatri d’Europa, in particolare, Francia, Belgio, Olanda, Germania, Italia.

Ha anche creato, coreografato e diretto svariati spettacoli che coniugano diversi arti con il tango, in particolare la danza contemporanea e il teatro, tra i quali si possono citare La Yumba, Androgeno Tango, Tango misterio, Memorias de tango, quest’ultimo in collaborazione con Roberto Gerboles, regista e attore argentino.

E’ stato protagonista  dello spettacolo “Tango di luna” insieme a Luciana Savignano , artista di fama internazionale e etoille del Teatro alla Scala. Spettacolo prodotto dal Teatro Franco Parenti di Milano dove ha collaborato con la coreografa Susanna Beltrami nella crezione delle coreaografie che fondono il tango e la danza contemporanea, lo spettacolo è stato replicaco dal 2004 al 2016 nei più importanti teatri e rassegne italiane in oltre 100 date.

Ha fondato in Italia la compagnia Colectivo tanguero ed è coautore insieme a Lorenzo Ravazzani (musicista e maestro di scherma) dello spettacolo “Così fun Tango”, primo nel suo genere ad unire nella teatralità pura, la musica, la danza e la recitazione, al di là della specialità di ogni singolo interprete, dove sia i musicisti e i ballerini interpretavano un personaggio teatrale.

Ha fondato nel 2014 la compagnia Efecto Tango dove sviluppa senza compromessi il progetto di fusione e contaminazione tra il teatro, il tango e la danza contemporanea, l’ultima creazione “Face of tango” creata e presentata espressamente marco del IT Festival del 2015, una rassegna di spettacoli teatrali che raggruppa le più interessanti proposte delle compagnie emergenti milanesi.

Inoltre si trova impegnato in una nuova sperimentazione tra il tango e la danza contemporanea insieme a Matteo Bittante, con chi ha collaborato per la creazione dello spettacolo Dada Tango, che sarà presentato a novembre nel teatro Menotti di Milano.

E’ stato scelto nel 2016 per tenere un percorso di formazione alla Accademia del Teatro alla Scala di Milano sulla danza, il tango e i movimenti scenici dei cantanti lirici.

Parallelamente sta sviluppando come conselour di PNL sistemico un nuovo approccio sulla relazione e l’autocoscienza usando il tango come modello, fondendo elementi di BMC©, la PNL oltre a diverse ricerche condotte nel campo delle arti plastiche e nello sviluppo personale che verrà reso pubblico nel 2016.

Nel 2012 riversa molte delle sue scoperte sulla didattica in un manuale completo sulla danza del tango argentino che comprende anche elementi storici e basi sulla musica, recentemente è stato rieditato e comprende oltre 300 pagine sul tango argentino dal titolo “Tangopuro” completo anche di dvd e oltre 500 fotografie didattiche e artistiche, ha inoltre creato per il libro un innovativo sistema di scrittura e analisi dei passi del tango chiamato Tango Codex© pubblicato dall’editoriale Hoepli.

Ha partecipato a numerosi programmi televisivi e cortometraggi: per la RAI TG2 Dossier, Costume e società(TG), Love line (MTV) e al Festival di San Remo 2003 in qualità d’artista invitato e un programma in cinque puntate nel 2012 per VeroTv.

Parla fluentemente spagnolo (madrelingua), italiano, francese e inglese.